gallery_1426073828-laurain

La donna dal taccuino rosso

By benedetta.barbieri, gennaio 2016

Quanti segreti può contenere la borsa di una donna?
Laurent, libraio parigino, un mattino trova per caso una borsa elegante, color malva, abbandonata su un cassonetto dell’immondizia.
Nella borsa, oltre a un profumo, qualche vecchia fotografia, una bottiglietta d’acqua, un portachiavi dorato con incisi alcuni geroglifici, un romanzo di Patrick Modiano con dedica e tanti altri accessori e ricordi di ogni genere, trova un taccuino rosso contenente i pensieri intimi della sconosciuta.
La proprietaria, aggredita e rapinata da un ladro la notte precedente, si è rifugiata in un albergo poco distante, ha preso una camera e si è addormentata, convinta di non aver bisogno di cure. Il giorno successivo, però, il concierge la trova in coma e chiama subito i soccorsi. Contemporaneamente, Laurent comincia a sfogliare il taccuino della donna misteriosa. Rimane affascinato dai suoi pensieri, si perde fra annotazioni, sogni e ricordi. Gli sembra una pazzia, ma decide di cercarla e si improvvisa così detective.
L’unico indizio a sua disposizione è la dedica di Modiano, un vago “A Laure, in ricordo del nostro incontro sotto la pioggia” scarabocchiato sul frontespizio. Ma grazie all’aiuto di sua figlia Chloé e di Modiano in persona, riuscirà piano piano a ricostruire l’identità della donna e il gioco di piste da trovare si tramuterà progressivamente in una ricerca amorosa che sconvolgerà la vita di entrambi. Se infatti il racconto è per lo più la ricerca di Laure da parte di Laurent, le parti finiscono poi per invertirsi ed è Laure a ritrovarsi sulle tracce del libraio gentile che si è dato tanto da fare per lei.

Costruito come un romanzo d’inchiesta al contrario, in cui non si cerca il colpevole ma la vittima, il libro è un continuo susseguirsi di riferimenti letterari e sono evidenti  le coincidenze che uniscono Laurent a Laure, cominciando dal nome simile per finire con la più importante: “Le cahier rouge”, nome della libreria di Laurent ed elemento fondamentale della storia.
Un romanzo semplice ma originale, romantico e un pò magico, leggero senza essere banale. Una sorta di favola a lieto fine, come quelle che sappiamo non possono essere vere ma che ci fa bene leggere.

What do you think?

You must be logged in to post a comment.